BalKam - Europa League 2019/20 preview: il cammino del Partizan

19.09.2019 14:00 di Dimitri Conti   Vedi letture
BalKam - Europa League 2019/20 preview: il cammino del Partizan

Dopo avervi regalato l'assolutamente non richiesta mini-guida per fruitori di CalcioSlavo.it sulla Champions League, poteva mancare quella dedicata alla sorella minore? Ovviamente no: ecco perché anche per la seconda massima competizione europea per club (anche se forse ci sarebbe da discutere) torna BalKam, la rubrica che analizza per voi anche gli aspetti slavi dell'Europa League. In realtà abbastanza ridotti ai minimi termini, dato che partecipa una squadra sola tra quelle che seguiamo solitamente. Si tratta però perlomeno di un grande ritorno, quello del Partizan Belgrado che si riaffaccia ai gironi dopo aver di fatto saltato un giro. E ci arriva al termine di un lungo cammino di qualificazioni, iniziato sin dal secondo turno, culiminato nel playoff vinto coi norvegesi del Molde. Il gruppo L, sulla carta, ha una dominatrice indiscussa: il Manchester United sembra destinato a recitare la parte del leone. Dietro, per valori teorici, andrebbero gli olandesi dell'AZ, anche se i serbi vorranno provare lo sgambetto. Visto l'andamento spesso ondulatorio delle squadre olandesi in certe competizioni - senti chi parla... - non è folle riporre speranze. A patto di mantenere inviolato il proprio fortino, e di spezzare sul nascere le velleità dell'Astana di recitare la parte della mina vagante, magari proprio al posto dei bianco-neri di Serbia. Il Partizan attuale è un po' diverso da quello dei turni preliminari: ultimo, ma non ultimo, c'è il colpo last-minute della dirigenza, che ha regalato il ritorno nei Crno-Beli di Lazar Markovic all'allenatore Savo Milosevic (in foto), un passato da calciatore anche in Italia nel Parma. L'esterno prova a rigenerarsi con la maglia che l'ha reso uno dei talenti più interessanti, e richiesti, di quattro-cinque anni fa: torna nella sua Belgrado dopo aver fallito il grande salto nel Liverpool, e al termine di una serie di peripezie che vi abbiamo anche in parte raccontato. Prima di lui però anche l'esperienza del centrocampista israeliano Natcho, e due attaccanti, il giapponese Asano dall'Arsenal e Sadiq, in prestito dalla Roma. Più la qualità già presente in rosa, capeggiata dall'esperienza di Tosic. E poi tanta gioventù libera di esprimersi al momento giusto. Dall'altro lato c'è anche qualche addio da registrare: su tutti quelli con l'attaccante Gomes, volato a far fortuna negli Emirati Arabi, e soprattutto - aggiungiamo noi - con la giovane promessa Svezotar Markovic, difensore centrale classe 2000 passato all'Olympiacos: la sensazione è che farà parlare di sé. In casa Partizan il tentativo di non farlo rimpiangere è affidato a Strahinja Pavlovic, altro wonderkid, di un anno più giovane, che quest'estate sembrava ormai ad un passo dalla Lazio, salvo veder poi saltare il trasferimento. Queste le armi per lo sgambetto serbo. Non sarà facile, ma la squadra di Milosevic ha il dovere di credere in qualcosa di più rispetto ad una semplice partecipazione.

GRUPPO L

Manchester United (Eng), AZ Alkmaar (Ned), Partizan Belgrado (Srb), Astana (Kaz)

Partizan - AZ (19/9 ore 21)
Astana - Partizan (3/10 ore 16.50)
Partizan - Man United (24/10 ore 18.55)
Man United - Partizan (7/11 ore 21)
AZ - Partizan (28/11 ore 18.55)
Partizan - Astana (12/12 ore 21)

LA ROSA
Portieri
: 12. Kljajic ('90), 85. N. Stevanovic ('92), 88. Stojkovic ('83).
Difensori: 2. Pesukic ('97), 3. Pavlovic* (2001), 5. Vujacic ('94), 17. Sehovic* (2000), 23. Ostojic ('84), 31. Brezancic ('89), 67. Dinga ('98), 72. Urosevic ('94), 73. Miletic ('91).
Centrocampisti: 6. Natcho ('88), 7. Tosic ('87), 8. Djerlek* (2000), 10. Pavlovic* (2001), 16. Zdjelar ('95), 18. Ivanovic ('95), 19. Scekic ('91), 20. Soumah ('91), 33. Stanojlovic* (2001), 50. Markovic ('94), 80. F. Stevanovic (2002), 97. Lutovac ('97), 99. Smiljanic ('86).
Attaccanti: 9. Sadiq ('97), 11. Asano ('94), 45. Gigic ('97), 99. Jovanovic ('99).
*= registrato in lista B

L'undici tipo
(4-2-3-1) Stojkovic; Miletic, Ostojic (Vujcic), Pavlovic, Urosevic; Scekic, Zdjelar; Tosic, Soumah (Natcho), Markovic; Sadiq (Asano).