Champions, Day 6. Dinamo battuta 1-4 dal Manchester City ed eliminata

11.12.2019 21:00 di Redazione Calcioslavo.it   Vedi letture
Champions, Day 6. Dinamo battuta 1-4 dal Manchester City ed eliminata

Ultimi novanta minuti della fase a gironi di Champions League, con la speranza in fondo al cuore che non fossero gli ultimi in generale quest'anno nella competizione. La Dinamo Zagabria, questa sera, era chiamata alla grande impresa: battere il fortissimo Manchester City, senza ulteriori risultati a propria disposizione, per poter continuare nel grandissimo sogno dell'Europa al livello massimo. I problemi di formazione erano ben noti alla vigilia, con i difensori contati che vedono Bjelica costretto ad arretrare Ademi tra i centrali e ad inserire Moubandje a sinistra al posto dell'infortunato Leovac: forse a spaventare ancor di più sono gli uomini scelti da Guardiola, visto che il manager spagnolo fa meno turn-over di quanto non si pensasse, e che il terzetto d'attacco composto da Mahrez, Jesus e Bernardo Silva spaventa, e non poco. Ma la partenza è di quelle da sogno per i campioni di Croazia, abili a passare in vantaggio alla prima occasione utile: sontuoso invito mancino di Kadzior per l'inserimento a fari spenti di Dani Olmo, colpevolmente dimenticato dalla difesa inglese e strepitoso nel calciare al volo e trafiggere Bravo sotto la traversa. Da quel momento è il City a prender campo, e a trovare poi anche il pareggio quando a fine primo tempo mancavano dieci minuti. In circostanze un po' dubbie, visto che il pari di Gabriel Jesus è arrivato con il centrale di casa Dilaver dolorante a terra in area di rigore. Proteste furenti dei giocatori, e dei tifosi croati nei confronti dell'arbitro Del Cerro Grande, il quale però conferma l'assegnazione del gol. Il primo tempo finisce con le due squadre in parità, ma nella ripresa è decisamente una storia diversa. I ragazzi della squadra inglese rientrano in campo con la fame dei tempi migliori, e in meno di dieci minuti trovano due volte la via del gol, ancora con lo scatenato Gabriel Jesus: tripletta per lui, prima di lasciare il campo. A quel punto il match è ampiamente indirizzato, e al Maksimir va in scena una sorta di torello a cielo aperto da parte degli ospiti. C'è tempo però anche per la quarta rete dei Citizens, segnata dal talentino Foden, a coronamento di una partita eccellente. Si arriva così ai titoli di coda, con un'eliminazione difficile, quasi impossibile da evitare. E non è neanche Europa League, visto che a Kharkiv è l'Atalanta ad imporsi, con la Dea che conquista gli ottavi di finale in maniera quasi storica, visto che si tratta della prima partecipazione in assoluto da parte della squadra italiana. 
 

DINAMO ZAGABRIA - MANCHESTER CITY 1-4
10' Olmo (D); 34', 50' e 54' Jesus (M); 84' Foden (M)

Dinamo Zagabria (4-2-3-1): Livakovic 6; Stojanovic 5, Ademi 5, Dilaver 5, Moubandje 5; Gojak 5.5 (dall'81' Majer sv), Moro 5; Kadzior 6.5 (dal 59' Djira 5.5), Olmo 7, Orsic 5 (dall'81' Hajrovic sv); Petkovic 5.
A disposizione: Zagorac, Gavranovic, Situm, Ivanusec.
Allenatore: Nenad Bjelica.

Manchester City (4-3-3): Bravo 6; Cancelo 6, Otamendi 6 (dall'82' Harwood-Bellis sv), Garcia 5.5, Mendy 6.5; Foden 7, Rodri 6 (dal 73' Sterling 6), Gundogan 6; Mahrez 6.5, Gabriel Jesus 8 (dal 66' Zinchenko 6), B. Silva 6.5.
A disposizione: Carson, Walker, Angelino, De Bruyne.
Allenatore: Josep Guardiola.


GRUPPO C

Shakhtar Donetsk - Atalanta 0-3
66' Castagne; 80' Pasalic; 94' Gosens


Classifica
Man City 14; Atalanta 7; Shakhtar 6; Dinamo 5