Un'altalena di emozioni e fatica. Con la leggenda negli occhi

08.07.2018 14:00 di Dimitri Conti   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Un'altalena di emozioni e fatica. Con la leggenda negli occhi

I calci di rigore hanno sorriso, ancora una volta. Ma che fatica. Proprio quella che rischiano di pagare i Vatreni mercoledì sera nella semifinale che li attende e li vedrà contro l'Inghilterra. Sì, perché la squadra balcanica è, delle quattro semifinaliste, quella con più minuti di tutte nelle gambe essendosi vista costretta ai supplementari, ed anche poi ai rigori, sia agli ottavi che ai quarti. E che quarti, visti i momenti di assoluto thriller registrati a seguito dei tre infortuni quasi consecutivi di Subasic, Mandzukic e Vrsaljko, soprattutto il primo dato che è avvenuto alla fine dei tempi regolamentari, con i tre cambi già utilizzati e il quarto possibile solo dall'inizio dei supplementari. Un'odissea risoltasi con il cambio del solo Vrsaljko dopo qualche minuto nei supplementari e l'obbligo di stringere i denti per gli altri due.

Di contro si presenta l'Inghilterra, che sogna di tornare vincitrice di un Mondiale a più di cinquant'anni dall'ultima - ed unica - volta. It's Coming Home è il grido di battaglia, che richiama il motto affibbiato alla Coppa del Mondo vinta in casa nel '66. Oltremanica sono convinti: il tempo è maturo per riscrivere la storia. Perché si possa di nuovo recitare il motto Football Is Coming Home. Il tempo dirà se è vero, o illusione.

Ma dalle parti di Zagabria le sensazioni non sono da meno. Per la seconda volta nella sua storia la selezione a scacchi è riuscita ad arrivare così avanti nel tabellone, e la prima volta si concluse con l'ormai iconico terzo posto di Francia '98 ottenuto dalla fortissima nazionale con Boban, Suker e gli altri. Vincendo la sfida di mercoledì sera si prospetterebbe così la possibilità di migliorare sicuramente il risultato di allora, un'occasione irripetibile - come spesso ribadito - per una generazione, quella di Modric e compagni, di fatto all'ultima chiamata. Servirà riuscire a combattere la fatica, ed in questo le scelte di Dalic potrebbero assumere un'importanza decisiva.