Chi l'hA visto - Karlo Letica e la strana scelta di trasferirsi alla SPAL

17.10.2019 11:30 di Dimitri Conti   Vedi letture
Chi l'hA visto - Karlo Letica e la strana scelta di trasferirsi alla SPAL

Inauguriamo oggi una nuova rubrica qui su CalcioSlavo.it. In "Chi l'hA visto" saranno proposti identikit, ed approfondimenti relativi a giocatori o appena arrivati in Serie A, oppure particolarmente sottoutilizzati, tanto da essere scomparsi dai radar.

In questo appuntamento d'esordio, vi forniremo un mix tra le due cose. Sì, perché il primo Chi l'hA visto è dedicato a Karlo Letica, e alla sua scelta (per il momento poco felice, va sottolineato sin da subito) di andare a Ferrara. Parliamo, per chi non ne sapesse nulla - comprensibilmente, anche se solo fino ad un certo se siete su queste pagine da un po' di tempo - di un giovane portiere di 22 anni, alto più di due metri (secondo alcune misurazioni è 2,02) e cresciuto in quell'ottima accademia che risponde al nome di Hajduk Spalato. Non solo: con la maglia degli spalatini si è anche messo in mostra nella prima squadra, sfoderando prestazioni di un livello tale da portare il Real Madrid a mettere gli occhi su di lui, e il quotidiano Marca a dedicargli la prima pagina dell'edizione del 10 marzo 2018. Pensare che lo stesso giorno, qualche ora più tardi, Letica segnerà persino un gol di testa che permetterà all'Hajduk di avere la meglio sull'Istra all'ultimo secondo. Abbiamo anche approfondito a suo tempo questa storia. Insomma, un biglietto da visita non male, ed infatti l'estate successiva lascia Spalato per il Belgio, e per una società di tutto rispetto come il Club Brugge. In panchina c'è Ivan Leko, connazionale che almeno inizialmente decide di puntare su di lui. Poi le cose, in primis per l'allenatore, non vanno secondo i piani - a partire dall'extra-campo - e le presenze di Letica si fanno sempre meno. Il portierone croato decide di cambiare aria allora nell'ultima finestra estiva di trasferimenti, ma ecco che - a nostro giudizio - sbuca l'inghippo: decide di trasferirsi a Ferrara. Perché la scelta della SPAL, quando in rosa c'è un portiere d'esperienza e tutto sommato affidabilità, il quale sta tra le altre cose andando pure oltre le attese, quale Berisha? Per il momento, il verdetto del confronto è impietoso nei confronti di Letica: zero minuti collezionati. Anche i tempi delle voci sul Real Madrid, viste oggi, sembrano sempre più lontane.