Qual. Euro 2020, Serbia corsara in Lituania. Kosovo-Montenegro 2-0

14.10.2019 23:00 di Redazione Calcioslavo.it   Vedi letture
Qual. Euro 2020, Serbia corsara in Lituania. Kosovo-Montenegro 2-0

Quel primo tempo grigio sembrava lasciar presagire il peggio. Pareva come se la Serbia fosse alle prese con una di quelle serate da serbi, in cui anche la differenza di valori come quella che esiste - è concreta - contro una selezione come la Lituania, probabilmente non bastava da sé. Ma i primi 45 minuti della selezione di Tumbakovic, a dirla tutta condizionati nella percezione più che altro da un paio di erroracci in uscita dell'estremo difensore Dmitrovic e dalle chance piuttosto succose gettate alle ortiche dai vari Mitrovic e - soprattutto - Ljajic. Invece il lettore dovrebbe tenere bene a mente questi due nomi, perché sono gli autori di entrambi i gol della Serbia, arrivati subito ad inizio ripresa. Fuori un Kostic troppo timido all'intervallo, e dentro Gacinovic. Più che altro, però, è il piglio ad esser differente e si vede. Come detto, le reti si sviluppano quasi in fotocopia: Ljajic costruisce gran parte della trama con uno spunto solitario, e per Mitrovic c'è giusto da toccare il pallone e depositarlo nel sacco. Poi qualche sostituzione, e il ritmo serbo cala. La squadra di Tumbakovic pare quasi addormentarsi, concedendo un po' troppo campo alle avanzate lituane, ed un'altra incertezza di Dmitrovic - stasera decisamente bocciato - riapre definitivamente l'incontro. Mitrovic avrebbe pure l'occasione per chiuderla, ma sbatte su Cerniauskas. A quel punto la Serbia rischia persino la beffa all'ultimo secondo di partita, per via di una dormita difensiva sul cross di Baravykas da destra che spalanca lo specchio a Laukzemis. Per fortuna dell'intera Serbia, quest'ultimo colpisce in equilibrio precario, e sbaglia un'occasione clamorosa, con la porta lì a due passi. Respiro profondo verso la fine. Al triplice fischio è 1-2 e sono tre punti d'oro, vista anche la sconfitta del Portogallo in Ucraina. La Serbia ora si giocherà la qualificazione diretta con i lusitani, visto che la selezione di Shevchenko ha invece matematicamente già strappato il pass per la fase successiva. Di seguito il tabellino, e le pagelle di CalcioSlavo.it.


LITUANIA - SERBIA 1-2
49' e 53' A. Mitrovic (S), 79' Kazlauskas (L)

Lituania (4-3-2-1): Cerniauskas 6.5; Baravykas 6, Klimavicius 5, Girdvainis 5.5, Mikoliunas 5.5; Vorobjovas 5, Simkus 5.5, Golubickas 6 (dal 73' Kazlauskas 6.5); Lasickas 5.5, Verbickas 6 (dal 56' Zulpa 5.5); D. Matulevicius 6 (dal 65' Laukzemis 5).
A disposizione: Bartkus, Adamonis, Jankauskas, Vaitkunas, G. Matulevicius, Kasparavicius.
Allenatore: Valdas Urbonas.

Serbia (4-2-3-1): Dmitrovic 5; Miletic 5.5, Milenkovic 6, Kolarov 6.5, Mladenovic 6; Maksimovic 6, Milivojevic 6.5 (dal 72' Lukic 6); Radonjic 6.5, Ljajic 7 (dall'85' Gudelj sv), Kostic 5.5 (dal 46' Gacinovic 6); A. Mitrovic 7.5.
A disposizione: Rajkovic, Rockov, Gobeljic, Rodic, S. Mitrovic, Milunovic, Pavkov, Pavlovic.
Allenatore: Ljubisa Tumbakovic.


GRUPPO B

Ucraina - Portogallo 2-1
6' Yaremchuk (U), 27' Yarmolenko (U), 72' rig. Ronaldo (P)


Classifica
Ucraina* 19; Portogallo 11; Serbia 10; Lussemburgo 4; Lituania* 1
*= una partita in più

_________________________________________________________________________________________________

Nel gruppo A, invece, era sfida tutta slava tra Kosovo e Montenegro, allo stadio Fadil Vokrri di Prishtina. E ad avere la meglio, seguendo i recenti stati di forma con i quali le due compagini arrivavano all'incontro tra di loro, è un Kosovo che vola, sconfitto nell'ultimo anno soltanto dai temibili inglesi, mentre il Montenegro si ritrova alle prese con quella che pare una crisi strutturale, resa più evidente da un'assenza di vittorie totale in un raggruppamento nel quale probabilmente c'era da attendersi ben altro. La squadra di Challandes, da par suo, sistema la pratica già nel primo tempo, e sblocca la partita con Rrahmani - difensore passato in estate dalla Dinamo Zagabria all'Hellas Verona - prima di concludere il lavoro nel finale di frazione con Muriqi. Poco da segnalare per il resto, se non che si è trattato di una partita ruvida - come da previsioni - e costellata da gialli. E dall'infortunio occorso al portiere montenegrino Petkovic, rimpiazzato da Mijatovic dopo neanche un quarto d'ora. Finisce 2-0: Kosovo che continua a volare, Montenegro matematicamente eliminato.

KOSOVO - MONTENEGRO 2-0
10' Rrahmani; 34' Muriqi

Kosovo (4-2-3-1): Muric; Vojvoda (dall'88' Zhegrova), Rrahmani, Aliti, Kololli; Shala (dall'82' Rashkaj), V. Berisha; Hadergjonaj, Celina (dal 92' Hasani), Rashica; Muriqi.
A disposizione: Ujkani, Bekaj, Voca, Muslija, Rashani, Paqarada, Dresevic, Nuhiu, B. Berisha.
Allenatore: Bernard Challandes.

Montenegro (4-2-3-1): Petkovic (dal 15' Mijatovic); Marusic, Lagator, Simic, Bulatovic; Scekic, Vukcevic; Boljevic, Kosovic (dal 46' Beciraj), Jovovic (dal 74' Jankovic); Mugosa.
A disposizione: Dragojevic, Sekulic, Mirkovic, Kojasevic, Hocko, Haksabanovic, Sofranac.
Allenatore: Faruk Hadzibegic.


GRUPPO A

Bulgaria - Inghilterra 0-6
7' Rashford, 20' e 32' Barkley, 45'+3' e 69' Sterling, 85' Kane


Classifica
Inghilterra 15; Repubblica Ceca 12; Kosovo 11; Montenegro* e Bulgaria* 3
*= una partita in più