Bandiere albanesi, tifosi serbi in campo: sospesa Brescia-Vojvodina

12.10.2019 17:17 di Redazione Calcioslavo.it   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bandiere albanesi, tifosi serbi in campo: sospesa Brescia-Vojvodina

Sono stati attimi di caos, e di tensione, quelli vissuti poco più di un'ora fa, durante l'amichevole che si teneva oggi alle ore 15 a Orzinuovi, vicino Brescia, tra la squadra lombarda e i serbi del Vojvodina, che hanno portato all'interruzione e alla sospensione dell'incontro al minuto 50, con il punteggio sul 2-1 a favore delle Rondinelle. Il motivo? L'invasione di campo operata da una ventina di ultras serbi, infastiditi dalle provocazioni arrivate dagli spalti avversari. A fare da tema portante degli screzi, purtroppo, è ancora una volta la questione kosovara. Cori pro-Kosovo partiti dagli spalti dei bresciani, ed una bandiera albanese - questo si legge dal rapporto online del Vojvodina - che ha fatto perdere la pazienza al gruppo di indiavolati supporters ospiti, a quel punto entrati in campo e diretti verso il curvino avversario. Il club di Novi Sad ha voluto persino specificare come la situazione fosse pure tornata poi alla normalità, anche se i giocatori di casa, in primis Balotelli, non hanno più voluto proseguire nell'incontro, a quel punto interrotto di nuovo dal direttore di gara. Sì, perché già a fine primo tempo non si era giocato per molti minuti, per via dell'espulsione dell'allenatore serbo Nenad Lalatovic, il quale sembrava addirittura intenzionato a non proseguire nell'incontro. La seconda interruzione, invece, è stata quella definitiva.